Partendo dalla frase conclusiva dell’UIF, sarà interessante verificare l’andamento delle SOS nel secondo lockdown, in una situazione in cui tutti si è più “preparati” a gestire il nuovo status.

Dice l’UIF “Le Autorità internazionali e nazionali hanno in più occasioni richiamato le minacce criminali emergenti legate alla pandemia da COVID-19 e la necessità di una crescente attenzione e collaborazione da parte di tutti i soggetti interessati.

La UIF ha pubblicato il 16 aprile una comunicazione per la prevenzione dei fenomeni di criminalità finanziaria connessi con l’emergenza da COVID-19 invitando i destinatari degli obblighi antiriciclaggio a prestare attenzione ad alcuni contesti a rischio ed elementi sintomatici di possibili operatività illecite.”

Dotarsi di strumenti adatti allo scopo è sempre più importante.